mercoledì 20 agosto 2014

I favolosi racconti Sperling Privè. Un riassunto a fumetti tra pericolo, sesso allo specchio, praticanti avvocato eterne, cani, pump e nemici da agenda.

Come ho scritto ieri, parte dei soldi da me inutilmente spesi in queste vacanze sono finiti in edicola a rimpinguare le casse degli editori di riviste femminili.  
Peraltro un film serio e bellissimo sul SM è stato fatto. Il
fu "Secretary"
Tra queste c'era TuStyle (oh, nun è che se pò sempre legge Tolstoj in spiaggia) che racchiudeva al suo interno questi racconti erotici selezionati da alcuni mandati dalle lettrici. 
Ho scoperto che ad essi è collegato un concorso letterario a cui, in quell'assurdo cortocircuito trash che ogni tanto si crea nel mio cervello, mi è venuta voglia di partecipare (ovviamente parteciperei con un assurdo pseudonomo, tipo Madame Peccato, non sto scherzando).
 Comunque, li ho ovviamente ignorati finché una sera, attendendo la mia dolce metà che si pettinava (tempo stimato, 45 minuti) non avendo nulla sottomano, mi sono detta "Vabbeh, vediamo di che parlano".
 E mi si è aperto un mondo. Se non fossi una donna direi che la psiche femminile è molto strana, ma siccome lo sono e la mia non è così, dirò che la psiche di alcune donne è molto strana. La costruzione archetipica del racconto era sempre più o meno la stessa: lei cerca il pericolo, lui è pericoloso (ma nei limiti della cosa), tutte amano i bei vestiti firmati e c'è tanto sesso. Molto di moda pare sia la scena di sesso allo specchio (non ho letto le 50 sfumature, ma sono pronta a scommettere che è uno dei pezzi forti della trilogia).
Grandi amori delle protagoniste, anche le scarpe. Io boh, non
riesco a subirne il fascino.
 In ogni caso, siccome so che difficilmente vi lancerete nella lettura, ho pensato di farvi cosa gradita con un mio fumettoso riassunto. Vi giuro e spergiuro che la trama, pur nelle sue parti più assurde, è identica. Ho solo accelerato nelle parti del corteggiamento che pure però meritavano.
 Siete pronti a calarvi in un harmony dei nostri tempi? Via!
(Ah, l'accento sulla E di Privé c'era, ma è stato tagliato dallo scanner..).


14 commenti:

  1. Splendido! Mi sa che investirò un po' di soldi in riviste femminili. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ogni tanto non fanno male. Io ogni estate mi riprometto di leggerne qualcuna anche in inverno, alla fine scopri un mucchio di cose assurde. Mi hanno persino svelato l'esistenza di: www.lognoccoincucina.it
      La mente umana è labile (e stavo comunque pensando di fare una colletta e spedirne uno per il compleanno all'amica a cui era dedicato il post sui cuori infranti per sollevarle il morale ;) )

      Elimina
  2. Hahahah l'ho letto anche iooo! Moooolto meglio la tua versione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi puoi confermare agli altri che non ho inventato nulla! ;)

      Elimina
  3. I riassunti sono meglio degli originali, ne sono certo! :-)

    Mentre Fantozzi negli anni ha più che dimezzato i tempi per l'uscita mattutina, la mia ex dolce metà li ha raddoppiati. Stai pronta! Tanto per farmi gli affari tuoi, tu quanto impieghi?

    Le scarpe. Il maschio medio sogna 2 paia di scarpe/anno. Un paio per il lavoro e l'altro per il tempo libero. Poi però esistono le stagioni, anche se non esistono più le mezze-stagioni, e la necessità di accontentare la parte femminile della coppia, o di cercare la parte femminile mancante. Ecco allora che il maschio medio si trova ad avere anche 4 paia di scarpe a stagione (persino!). Se sei sotto le 8 paia/anno di scarpe voglio conoscerti. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che tra le mie varie converse e gli scarponi da neve per l'inverno mi aggiro sugli otto paia totali (escluse le infradito estive). Non dico che non vorrei altre millanta converse di colori diversi o ogni tanto qualche stivaletto grazioso, ma insomma non è che mi strappo i capelli o è la prima cosa che compro (penso di non aver mai comprato un paio di scarpe per piacere e non per necessità, ma forse dipende dalla povertà non dalla vanità).
      Comunque faccio notare: "tempo stimato per pettinarsi".
      No vabbeh, povera, diciamo che con impegno un 45-50 minuti e la mia dolce metà è pronta "di corsa" (io esclusa la doccia ci metterò un quarto d'ora).

      Elimina
    2. Gli scarponi da neve non vanno conteggiati. Quelle sono calzature "tecniche". Io ho anche gli stivali in gomma, le scarpe da montagna, le ciabatte da piscina e le scarpe da lavoro con punta in acciaio e suola rinforzata. Le infradito invece vanno conteggiate, a meno che non siano usate solo per la spiaggia rientrando così nelle calzature tecniche. :-)

      Mi stavo preoccupando invece è tutto ok. Tu *vorresti* altre paia di scarpe, anche se per vari motivi non le compri. Il gene XY (medio) *non* vorrebbe altre paia di scarpe e per vari motivi ne ha di più. (Sto cazzeggiando, spero di non disturbare.) :-)

      ilcomizietto (che il sistema non mi riconosce più. :-( )

      Elimina
    3. Sì le vorrei, ma insomma vorrei molto di più altre cose. Conosco mie simili che per un paio di scarpe rinuncerebbero al cibo -.-
      (Le infradito sono solo da spiaggia, confermo)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Boh, non mi ricordo. In qualche modo erotico eterosessuale perfettamente legale, ma magari un po' più piccante della posizione del missionario. Devo dire che le scene di sesso erano noiose e tremendine, però tocca anche dire che sono difficili per chi è del mestiere, figurati per qualcuno che mi descrive "il suo membro pulsante e potente" (un'immagine da film horror devo dire).
      La palma allo scambio di battute comunque va a lui che le dice "Sei fredda" e lei che risponde "No, sono calda".

      Elimina
  5. Donna assolutamente indifferente all'esigenza di acquistare scarpe: presente! Figurati che ho dovuto gugolare per capire che caspita erano 'le pump' (per me era solo il titolo di un disco degli Aerosmith...) °_°
    Non so quante paia totalizzo. Fino ad anno scorso stavo sulle 6-7 in tutto, ma poi mi sono dovuta rassegnare a sostituire un sacco di cose ormai importabili e, costretta da sorella e mater (quasi fisicamente) ho approfittato delle ultime due stagioni di saldi, alzando (ma di poco) il totale. Ora sono in crisi perché non riesco a sostituire le Converse d'ordinanza e le Adidas invernali, ormai coi buchi. Sono talmente fashion-victim che porto lo stesso modello di sneakers (con gli stessi colori) da 10 anni e rivoglio quello a tutti i costi! Mi rivolgerò all'internet è_é
    Curiosamente, quello che in casa si ruba i 3\4 della scarpiera è mio padre. E a ben pensarci, pure mio nonno materno aveva la fissa per le scarpe, ne comprava in continuazione. Da noi cromosoma XY significa grosso ingombro in calzature, che vi devo dire... °_°

    Bello e 'rotfloso' il fumetto. I racconti erotici delle lettrici delle riviste preferisco decisamente leggerli così XD

    "Secretary" è fra i miei film preferiti in assoluto! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Minty, ma così rovini tutte le classifiche da cazzeggio! :-D
      Se non fosse che ti ho visto de visu il maggio scorso, dubiterei della tua esistenza!

      Elimina
    2. Non preoccuparti, tanto a casa c'è mia sorella che riporta i conteggi in bolla: quando si tratta di scarpe, pare uscita da "Sex and the City" :P

      Quando ci siamo visti a maggio avevo deposto le sneakers invernali (lise) per gli scarponcini primaverili con la para. Ottimi, vista l'acqua che ci siam presi, ma dopo tutta la camminata che abbiam fatto, son tornata a casa con le piaghe ;_;

      Elimina
  6. L'unica cosa realistica del racconto sono le praticanti eterne e stronze: siccome non passano l'esame continuano a lavorare gratis e odiano la segreteria che invece riceve uno stipendio XD

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...