martedì 17 febbraio 2015

Un'analisi filologica di "50 sfumature di grigio" coraggiosamente letto con risultati inaspettati (no, per inaspettato non intendo che è un bel libro). Tra noia profonda, donne spaccapalle, vergini delle rocce, harmony e principi azzurri i tre motivi per cui ha, secondo me, affascinato le masse.

Come ho detto su fb e scritto anche in uno o due post precedenti, mi sono cimentata nella titanica impresa di leggere il primo libro della trilogia delle 50 sfumature di E. L. James (finora mi ero limitata, per dovere di cronaca a leggere alcuni pezzetti qui e lì). 
Due sono le cose che mi hanno spinto a sottopormi a tale esperimento di lettura:
1) Un articolo di Internazionale in cui si sottolineava che il rapporto tra i due protagonisti fosse malato e non per questioni di preferenze di giochi sessuali, ma perché lui era uno stalker.
2) Comprendere come mai migliaia di donne in tutto il mondo ocheggino al solo nome di Christian Grey e al suono del titolo di questo libro. Come il povero Mereghetti si sciroppa porcherie inenarrabili proiettate al cinema, come Aldo Grasso è costretto a visionare fiction da infarto prodotte dalla tv italiana, anche io volevo antropologicamente gettarmi in prima persona e comprendere il segreto di codesto successo.
 Ce l'ho fatta? In realtà non credo, tuttavia, con mia grande sorpresa, questo libro si è rivelato assai diverso da quello che credevo. Di cui sotto i motivi.

IL RITMO:

A sentire le donne che si danno di gomito mentre parlano ridacchiando in libreria con la sacra trilogia in mano, a leggere i blog delle fan, seconde solo a quelle di Twilight (mi spiace ma le Twilight mom per ora non le batte nessuno per assurdità, forse solo le madri fan di Marco Carta), a spiare i meme della pagina fb delle appassionate del libro, sembra di essere sull'orlo della lettura del libro che cambierà la tua esistenza.
 Ora, io avevo messo in conto che ciò non mi sarebbe accaduto, tuttavia con mio sommo sconcerto ho scoperto che questo libro è principalmente una cosa: palloso.
 E' noiosissimo-issimo-issimo-issimo-issimo-issimo. 
 Potrei scrivere issimo per una pagina.
 Già dopo le prime 70 pagine volevo ammazzarmi. Non è solo scritto in modo discutibile, ma ha un ritmo inesistente che ricorda le onde al mare nei giorni in cui non tira una bava di vento: impercettibili e trascurabili. Quando pensi che stia per arrivare un qualche tipo di climax ecco che questi due fanno sesso e basta. Si scambiano mail e fanno sesso, fanno sesso e si scambiano mail.
 Non sai per cosa stare in ansia: faranno sesso nelle prossime venti pagine? Litigheranno?
 Ah, poi, anche il sesso, non se ne vede per un'intro lunghissssssssssssssssima un corteggiamento lunghissssssssssssimo. Meno male che era un libro trasgressivo,  "Romeo e Giulietta" in confronto erano due fulmini di guerra, tempo tre secondi e già s'erano baciati. Era il 1500.

 I PERSONAGGI:
I personaggi di questa specie di romanzo che si svolge in pare qualche settimana, ma dà l'impressione di accadere in una decina di giorni scarsi, si contano sulle dita di una mano e sono talmente piatti che mia sorella piccola che scrive fanfiction sui One Direction, in confronto, è Jane Austen.

 Analizziamoli pure:

CHRISTIAN GREY:
Costui poteva uscire solo dalla penna di una donna. 
 Ventisette anni, bellissimo, ricchissimo, proprietario di un non precisato "impero delle telecomunicazioni" a cui non bada praticamente mai perché è troppo impegnato a fare sesso o a mandare mail (ricorda un po' la protagonista di The "Lady" di Lory del Santo, boss di una non specificata "agenzia pubblicitaria con sedi in tutto il mondo" che non lavora mai).
  Vittima di un'infanzia che pare scritta da Stephen King in una sera di depressione profonda, viene adottato da due miliardari in vena di adozioni (adottati anche un fratello e una sorella random). A 15 anni scopre i piaceri del sesso con un'amica della madre (vedi le sciure che te combinano?), che lo inizia alle gioie dei rapporti sado/maso, dominatore-sottomesso. 
 (Avviso che è inutile chiedermi specifiche tecniche riguardo codeste pratiche, perché mi sono sentita esentata dall'approfondimento nel momento in cui mr. Grey, davanti alle domande della sua amata tutta da istruire, le risponde: "Vai su wikipedia").
Dalla sciura primigenia la strada diventa tutta in discesa finché non incontra lei, la vergine delle rocce, Anastasia Steele, che lo conquista e di cui si innamora praticamente subito, ma che vuole piegare alle sue abitudini sessuali. Abitudini sessuali che includono il gatto a nove code, ma non il sesso anale che mai verrà praticato in tutta la trilogia, pare.
 Ha un animo da stalker ben in evidenza che lo porta a intercettare i telefoni di donne conosciute da due giorni e di far loro una piazzata per un drink in più senza nessun diritto. La cosa darebbe sui nervi oltremodo se non esistesse lei, Anastasia Steele.

ANASTASIA STEELE:
 Non si capisce se sia bella o brutta. Pare che nonostante non faccia sport e mangi come un uccellino sia una sorta di gnocca stratosferica che guida un vecchio maggiolino, vuole lavorare nell'editoria e nel frattempo si mantiene agli studi lavorando in una ferramenta. Cenerentola spicciame casa.
 Nonostante sia talmente gnocca e trasudi feromoni da ogni poro è arrivata a ventuno anni vergine e con uno o due pomiciate sul groppone (ah, come ha fatto notare qualcuno nei commenti, dimenticavo che costei non si è manco MAI masturbata). Fantascienza is in.
 Quando incontra mr Grey però vuole saltargli immediatamente addosso, cosa che fa e ripete di continuo traendone svariati orgasmi che le danno molto da pensare: chi sono? Dove vado? Perché mi innamoro?
 Codesta ragazza possiede due doti naturali:  nonostante non abbia mai fatto sesso, è una sorta di divinità in materia (epico il pezzo del sesso orale) e soprattutto è un'immane spaccapalle.
In qualsiasi caso concordo con la gnoccaggine di Dakota Johnson
 Se c'è un motivo per cui questo libro rimanda il femminismo indietro di millanta anni non è tanto la relazione tra lei e mr Grey basata sul rapporto "stalker-io ti salverò", ma l'esistenza del personaggio di Anastasia. Noiosa, inutile, senza senso, parla sempre sempre sempre, si crede spiritosa e non lo è, chiede in continuazione a questo tizio che problemi ha, qual è il suo passato, chi sono le sue donne, perché non si fa fare questo e quello, lei ha bisogno di sapere, lei deve capire.
 Ad un certo punto, fossi stato in Grey l'avrei presa, rivestita e spedita in Congo col mio jet privato. Una piaga monumentale. E invece, nonostante questo assillamento da fidanzata onnipresente e onnipretendente, lui la ama, la ama, fa per lei cose mai fatte prima, come presentarla alla madre, dormire con lei, fare il sesso alla vaniglia (pare che fare sesso in modo "normale" si dica così, suppongo su Saturno). 
 Inoltre ciò che ammazza definitivamente il personaggio è la scelta stilistica di farle dire una cosa e fargliene pensare un'altra. Quando parla è pure senziente, ma due righe dopo scopri che aveva prodotto un pensiero da oca che solo il suo super-Io aveva tenuto a freno a fatica. Per non parlare di quando sente "la sua dea interiore", essere metafisico che danza coi veli, si sotterra, si lusinga e fa altre cose, come un tamagochi, ogni volta che lei prova una forte emozione. Di tutte le donne sulla terra, Mr Grey sceglie lei. Poi uno dice che la verginità non è sopravvalutata.

GLI INUTILI PERSONAGGI DI CONTORNO:

I familiari di entrambi: che ci sono, non contano niente, non dicono nulla. Padri assenti, madri sagge, fratelli misti.
Gli amici: Mr Grey non ha amici, ma ha un tirapiedi ex marine che è un incrocio tra Lerch e Mami di "Via col vento",
 Ana è più fornita: ha due bonazzi che le vanno dietro e ai fini della trama servono solo a ingelosire mr Grey,  una migliore amica che se la fa, guarda caso, col fratello di mr Grey e fosse amica mia verrebbe padellata di continuo perché non si fa i cavoli suoi mai.
Fine.

ELEMENTI DI DISTURBO CHE MI HANNO ECCESSIVAMENTE SFRACASSATO LE OVAIE:

1) Non si può scrivere un libro in cui una tizia si morde il labbro ogni tre righe e ogni tre righe lui svalvola al suono di "Miss Steele sai che effetto mi fai quando mordi il labbro". Ad un certo punto ti viene voglia di menarla anche a te Miss Steele.

"Hate mail", autore ignoto
2) 'Ste caxxo di mail. Io non avrei mai potuto stare con mr Grey per un motivo principale che è più grave dell'orientamento sessuale e pure della stanza delle torture e del piacere: le mail.
 Ma due esseri umani con una vita possono umanamente passare ore e ore e ore a mandarsi mail in cui non si dicono una ceppa?? 
 Si stuzzicano, scherzano (male tra l'altro perché entrambi hanno seri problemi con l'ironia e i tre quarti delle volte non capiscono che l'altro scherza), si confessano, si domandano, si chiedono, si vezzeggiano, prendono lo stesso appuntamento per sedici volte, si rassicurano. Abbattetemi. Io non reggo due messaggi su whatsapp ogni tre ore figuratevi una maratona di grafomania. 

3) L'ascensore. Sembra che l'ascensore sia megaerotico. Non so come mai, ma a me inquietano e basta, dalla luce alle dimensioni ridotte. Se non altro ho capito perché venissero citati di continuo nei racconti Sperling privè che avevo fumettato questa estate.

4) La fissa per il cibo di mr. Grey. Ogni volta che 'sto tizio vede Ana che fa onore al suo nome e non mangia quasi mai, la costringe a mangiare. La prima cosa che le chiede è: "Hai mangiato?" e si incavola se non lo fa, se non beve, se non si ingozza come un tacchino. Detta così sembra magari anche che si prenda cura di lei, ma in realtà è una roba disturbante, viene ripetuta di continuo, come un'ossessione e l'ho trovata assai peggiore del fatto che lui si presentasse a casa di lei e sua madre di punto in bianco, materializzandosi durante un post cena madre-figlia alcolico. E' quando non sei manco libera di mangiare quando desideri allora DEVI scappare, non se il fidanzato con calma e tatto ti propone le palline vaginali.

5) Il fatto che tutti pensino immotivatamente che mr Grey sia gay. Quando un personaggio x deve esprimere una sua opinione su 'sto tizio, la prima cosa che dice è: "Pensavo fossi gay", così, en passant. Ma perché??

IL TRAMA:
 Sviscererò bene la trama domani nel fumetto, vi basti sapere che principalmente si stuzzicano male e fanno sesso bene. Parte centrale è la firma di un contratto tra lei, giovane donna appena iniziata alle meraviglie del sesso che sogna solo un principe azzurro e lui, giovane principe azzurro dal passato terribile e con voglie poco usuali. Tale contratto, che nel primo libro rimane solo su carta e mai firmato, prevede una serie di robe sessuali che i due possono o non possono fare siglando un accordo per cui lui è il dominatore e lei la sottomessa. E non stiamo parlando della Miriano, anche se forse, alla luce di ciò, dovremo rivedere il vero significato del suo imperdibile libro.

PERCHE' DUNQUE QUESTO LIBRO HA AVUTO TANTO SUCCESSO?

I motivi sono vari, in primis lo schema è usuratissimo et collaudatissimo.
 La donzella casta e l'uomo di potere malvagio vanno in giro dai tempi di "Pamela" di Richardson, della sempre citata "Tess dei d'Uberville" di Hardy, di "Jane Eyre", di "Justine e le disgrazie della virtù" ecc. ecc.
 Non che voglia paragonare le 50 sfumature a questi libri, ma l'archetipo c'è ed è storicamente molto molto forte nell'immaginario collettivo.
 In secundis, come scritto, questo libro è palesemente scritto da una donna che ha creato un uomo ok, con l'ansia di possesso, ma che si trasforma in realtà in una specie di ghepardo addomesticato, visto che abbaia tanto, ma poi appena la tizia si mette a frignare che vuole dormire con lui, lui prende un aereo e dorme abbracciato a lei. L'idea propria di tante donne di addomesticare un uomo selvaggio, loro uniche domatrici nell'universo, vede qui un trionfo senza ostacoli nè travagli interiori, (quelli li lasciamo ai personaggi non bidimensionali).
 In terzis e qui tocca dirlo, questo libro ha un solo lato positivo: le scene di sesso sono descritte bene. 
 Ora voi direte che il vero erotismo è altro e io vi do ragione. Tuttavia dovete immaginare che la stragrande maggioranza delle donne che legge questo libro (o che ha dato vita a questo delirio) o prima leggeva gli Harmony o non leggeva proprio. 
 Avete mai letto un Harmony? Io sì. 
 Ho una zia molto yè yè, che ne faceva incetta durante le estati in Sardegna. Ogni tanto, nella noia, gliene prendevo uno. Le scene di sesso erano esilaranti: gli uomini erano dotati di enormi verghe, di scettri virili, di spade palpitanti. Può una spada palpitare? Non voglio manco sapere come faccia.
 In confronto a 'ste robe, la James ha descritto delle scene pulite pulite, senza metafore con le spade e senza cose particolarmente ridicole. Per eserciti di donne abituate alle "else scintillanti" è stato, credo, come vedere la Madonna.
 Risultato:
Non mi preoccuperei più di tanto per lo stato psicoemotivo delle masse, manco degli adolescenti. In libreria arrivano libri per under 18 MOLTO peggiori, come quello della ragazzina messa incinta da un tizio che la molla, poi torna dopo cinque anni e tra i due è di nuovo amore. Queste sono le cose di cui preoccuparsi, altro che le 50 sfumature. In confronto alle trame medie dei libri per adolescenti mr Grey è quasi un santo e dico tutto.

 E voi che ne pensate? L'avete letto?A domani per una trama particolareggiata!

31 commenti:

  1. Ma certo che l'ho letto! La mia regola è conosci il tuo nemico. Ma se il primo è noioso, devi vedere il secondo e il terzo. Madonna santa che palle! Te le abboffa talmente tanto che a metà del secondo appena arrivi a una scena di sesso la salti a piè pari per fare prima e sperare di arrivare a trovare un minimo di sugo della storia. Anche perché pure mia nonna aveva più fantasia nel fare sesso. E fanno sempre le stesse cose! Sempre con sti capezzoli in resta! Il contratto non lo firmano mai, continuano a scriversi mail su mail e a scopare. E in 10 giorni riescono a cadere con l'elicottero, farsi rapire, farsi prendere a calci, farsi sparare, assistere il padre in ospedale e rimanere incinti. Naturalmente dopo regolare matrimonio. Sti cazzi!

    RispondiElimina
  2. Malgrado una grande curiosità(lavoro in libreria anch'io e ne ho venduti a vagonate),finora sono riuscita a trattenermi....credo che,se riesco ad averlo gratis,darò un occhiata al film,tanto per avere un riassunto della storia premasticato XD

    RispondiElimina
  3. Mi stai dicendo che un test per scartare eventuali future candidate partner è:
    "Hai letto 50 sfumature?"
    "Sì."
    "Ti è piaciuto?"
    "Sì."
    "Addio."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, beh nel mondo lesbico in realtà le 50 sfumature sono assai meno lette che nel mondo etero, grazie a dio!

      Elimina
  4. Anche io avevo letto il libro per curiosità, dopo che mia mamma (che non legge mai) se li era divorati a tempo record... e mi ricordo che ho riso tantissimo! Tra metafore post orgasmo (mi sento scombussolata come un giro di centrifuga della lavatrice) e bugie cosmiche (non ci credo manco morta che, in 21 anni della tua noiosissima vita non ti sia mai masturbata! Ma andiamo!), penso che la parte migliore sia stata quella della fellatio in bagno: non soltanto lei ha capacità innate e una capienza orale maestosa... ma le prime parole che lui emette, dopo un orgasmo travolgente, sono: "ma non ti vengono i conati?". Il top.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermi ricordato che Anastasia non si era manco MAI masturbata. La scena della fellatio è assurda, lei è già bravissima, da 10

      Elimina
    2. Oltre al fatto che prima riempiono la vasca all'orlo e poi lei vede il pene di lui fare cucù fuori dall'acqua. MA COME SI FA?!?

      Elimina
  5. Grazie per questo "Bignami delle Sfumature"! Non ho ancora avuto il coraggio di leggere l'opera e probabilmente non lo farò mai. Comunque da quando è uscito il film non sento altro che commenti del tipo: "Che delusione ragazze! Il libro è trooooppo meglio..." O.o

    RispondiElimina
  6. Non sono d'accordo solo sul finale. Secondo me una storia che racconta un amore malato e che fa dire alle ragazzine, alle donne "Magari esistesse un Christian Grey" di danni ne fa, e anche tanti.
    Per il resto, condivido tutte le tue impressioni.
    Se il primo è noioso, il secondo sloga la mascella dagli sbadigli e il terzo è talmente squallido che credo di averne letto sì e no la metà.
    E il film... strano a dirsi, riesce solo a peggiorarlo. Quasi impossibile.

    RispondiElimina
  7. ok, mi hi convinta: non l'ho letto né ho visto il film, e non perderò tempo a farlo: ci sono troppi altri libri interessanti da leggere. una sola cosa mi lascia dubitosa, forte della mia ultradecennale esperienza di traduttrice e pure redattrice/revisore di traduzioni altrui: lo stile sarà stato così moscio (ooops!) pure nell'originale, o per questo va ringraziato chiunque abbia tradotto il libro? In quarant'anni di editoria ho visto cose....

    RispondiElimina
  8. ps. aspetto con ansia il fumetto!

    RispondiElimina
  9. Mi ha incuriosito la trama del libro (più che un libro ricorda una fyccina romantica) per teenager citato da te verso la fine dell'analisi filologica del primo libro delle Sfumature (complimenti per essere arrivata fino alla fine!); qual è il titolo?

    A proposito: una volta mi avevano prestato "50 sfumature di grigio".
    Ho tentato di proseguire nella lettura immaginando le scene disegnate in stile shoujo manga smut con Anastasia bionda, mossa e con gli occhioni luccicanti, tuttavia alla prima frase tipica da fyccina scema (una cosa tipo: "La sua voce è come cioccolato nero fuso al caramello.") e aver preso nota di cosa mi aspettava dopo (un botto di pagine di burocrazia mascherata da contratto sado/maso finto perverso) sono scappata a gambe levate restituendolo alla proprietaria che, a quanto pare, aveva letto il primo in due giorni e il terzo l'aveva addirittura riletto due volte!

    RispondiElimina
  10. Sveliamo l'arcano: 'vanilla' in inglese viene utilizzato per descrivere qualcosa o qualcuno privo di peculiarità o caratteristiche particolari. Spesso ha una connotazione negativa nel parlare dell'assenza di tratti distintivi o elementi d'interesse in qualcuno/qualcosa. Assomiglia un po' al nostro 'qualsiasi' e credo che, nel caso specifico, indicasse del sesso banale. Purtroppo può succedere che il traduttore non identifichi un modo di dire (sebbene molto diffuso) e ne fraintenda il significato, e sono sicura che sia proprio quello che è successo alla/al collega che ha tradotto questo libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi era venuto in mente che potesse essere un modo di dire in lingua originale, ma appunto pensavo che nel caso il traduttore avrebbe messo mezza nota o magari trovato un modo sensato di renderlo in italiano -.-" Grazie per l'illuminazione professionale! :D

      Elimina
    2. Se fai il traduttore di lavoro, dovresti essere capace di capire cosa vuole dire "vanilla".
      Certo, la Mondadori non ha ancora corretto l'orrorifico "unicorno" di Altieri, quindi dire che cannare vanilla è poca cosa.

      Elimina
    3. da traduttrice veterana, ma soprattutto da redattrice (mo' si dice editor, che fa figo) ancor più veterana, garantisco che nelle traduzioni si trova di tutto e di più; mitica rimane una tal signora che nell'originale francese faceva "tourner le tetes" o qualcosa del genere (ho una certa età e la memoria non è più quella) ma nella versione italiana le faceva direttamente "saltare" che manco la ghigliottina

      Elimina
  11. Ciao,
    io ho letto per curiosità, circa 100 pagine del libro, per "fortuna" in lingua inglese e non nella versione presumibilmente straziata dalla traduzione (dichiarazione ottuimista; come se si potesse rendere un testo mediocre ancora più infimo)
    Non posso che essere d'accordo con te cara Giovane Libraia.
    D'accordo integralmente su tutto; un libro piatto, che pare essere scritto da una ragazzina diciasettenne pluribocciata in lingua e letteratura.
    Personaggi stereotipati e trama piatta. Una noia mortale.

    Giusto un paio di commenti aggiuntivi: a me le scene di sesso non hanno attizzato nemmeno un poco. Mi sono sembrate piatte e scontate pure quelle.
    Per quanto riguarda il "sesso alla vaniglia", immagino che sia una traduzione letterale (sic.) di un modo di dire tipicamente yankee che definisce "vanilla" qualsiasi cosa nella sua versione base, non modificata o accessoriata. In questa accezione, il sesso mainstream è definito "vanilla" per differenziarlo da quello "strano" praticato da quel tizio.

    Grandissimi applausi.

    ---Alex

    RispondiElimina
  12. mi spiace ma le Twilight mom per ora non le batte nessuno

    Tu sai che "50 sfumature di grigio" è nato come fanfiction di Twilight scritta da una fan-mom, vero? :D

    mr. Grey, davanti alle domande della sua amata tutta da istruire, le risponde: "Vai su wikipedia"

    Oh, santo cielo! E questo sarebbe l'ideal romantico-sado-maso di tante? Che spirito incredibilmente libero e vivace... (ma manco un bradipo morto, cioè °_°)

    Io non reggo due messaggi su whatsapp ogni tre ore figuratevi una maratona di grafomania.

    Eh... °_°

    Avete mai letto un Harmony? Io sì. (...) Le scene di sesso erano esilaranti: gli uomini erano dotati di enormi verghe, di scettri virili, di spade palpitanti.

    Io allora devo aver letto gli Harmony sbagliati, perché in quei (pochi) esemplari in cui mi sono incocciata da ragazzina, non ho incontrato verghe o spade particolari, e le descrizioni delle scene 'clou' mi parevano più normali... Forse è un problema degli Harmony di ambientazione storica? XD

    Comunque, ora che ho avuto anche il tuo parere, ho un motivo in più (ce ne fosse stato bisogno) per non leggere 'sto libro: io le storie in cui si cerca di far passare per ideale romantico un uomo che ha tendenze da stalker o che limita l'amata anche nelle libertà più banali con pressioni assurde (qui tu parli del cibo), non li reggo. Mi dan l'orchite e poi sto inca22ata per giorni. No, no, 'sta roba non fa davvero per me!

    RispondiElimina
  13. l'ho sfogliato in libreria ma mi e' mancato il coraggio di proseguire: inoltre proprio perche' ho intuito subito che venisse letto da gente che non prendeva in mano un libro dai tempi delle medie mi sono categoricamente rifiutata, come posso io assidua lettrice, fidarmi dell'opinione di gente simile?

    mia madre li ha letti e in casa abbiamo l'1 e il 3: saranno ottimi per uccidere insetti!

    RispondiElimina
  14. Io ho letto le prime cento pagine (in inglese) e veramente boh. La noia più assurda. Ah, e se ben ricordo questa tipa non solo non si era mai masturbata ma nemmeno depilata le ascelle. Ho questo vago ricordo perchè ci sono rimasta molto wtf. E mi aveva colpito anche la sintassi delle frasi, nel senso che erano davvero pessime, il/la traduttore/trice si sarà messo/a le mani nei capelli, ma magari lo ha migliorato un po', speriamo... anche se da quello che leggo nei commenti pare di no.

    RispondiElimina
  15. Ho inviato questo post a un mio amico che DETESTA letteralmente "Twilight" per la sua banalizzazione di archetipi fortissimi (come il Vampiro) e per il suo velato invito a rapporti di coppia malsani. Dato che le "Cinquanta sfumature" sono una "costola" di "Twilight", i risultati della tua lettura confermano le critiche del mio amico. ;)

    RispondiElimina
  16. Comunque, circa il "fenomeno Cinquanta Sfumature", ci illumina Luciana Littizzetto... xD

    "È autunno e noi siam già di 50 sfumature di grigio. L’avete letta la mitica trilogia dei tre libri porno-armony? 50 sfumature di grigio, 50 sfumature di nero e poi 50 sfumature di rosso. Tutti che parlano di sesso sadomaso. Avete mai fatto sesso estremo? Mi sa che al massimo siete cascati dal letto mentre cercavate di levarvi le mutande. Se vi vediamo con la frusta in mano è perché state facendo la maionese, l’unica cosa che avete legato con la corda in vita vostra è stato l’arrosto. La storia è questa.

    Cristian Grey, uno ricchissimo e fighissimo, si innamora di Anastasia Steele, una poverissima ma bellissima. E le fa vedere i sorci multicolor. La frusta, la sculaccia, la appende come una salama in cantina, la rivolta come il sacco dell’aspirapolvere, la trita, la spezza…praticamente un mulinex. E lei gode come una salamandra. Alle donne è piaciuto tantissimo. Perché le donne, cari miei, soprattutto quelle regular, le madamine perbenino, sotto sotto sognano un marito che le ribalti. Che le faccia vedere il sole di mezzanotte e lo stocafisso di mezzogiorno. Invece stanno con delle meduse che fanno l’amore una volta ad equinozio. Che pensano che Clitoride sia un filosofo greco. Ectoplasmi che dopo le 9 di sera prendono la forma del divano e lì rimangono fino alle due di notte quando tu per pietà li tiri per i piedi e te li scatafratti nel letto. Lumaconi che se gli dici fammi vedere le stelle ti dicono «Eh.. bisognerebbe andare in montagna…».

    Se il maschio nostro ti molla una sberla sul sedere è perché ci si è posata sopra una zanzara. Chiaro che se stai con uno così poi leggi di questo qui che un po’ ti cuorca e un po’ ti regala i diamanti, ti dici perché no. Guardi il tuo lui che russa ancora col telecomando in mano che fra un po’ glielo omologano come protesi, e pensi: ma io anche quattro tirate di capelli me le prendo volentieri... Peccato che sto Cristian Grey sia un disturbato mentale da denunciare per stalking, infatti io speravo che alla fine crepasse tra atroci sofferenze. Oppure che lei cambiasse parrocchia e si facesse suora come Lola Falana. Invece no. Finisce che si sposano e fanno due figli. E continuano a saltare sulla materassa come nelle prime pagine. Ma non è credibile. Dopo due figli le mogli se solo ti avvicini dopo una giornata di sbattimento scuola, casa, compiti, e capo con le paturnie, ti prendono a padellate con la pentola antiaderente così non si vedono i segni... Speriamo solo che non ci sia il sequel. Perché dopo il matrimonio e due figli le cinquanta sfumature potrebbero solo essere di maron."

    http://www.lastampa.it/2012/10/12/torinosette/rubriche/il-pensiero-debole/il-pensiero-debole-SzJ2yn4EnTDfAdyhBxwrUN/pagina.html

    RispondiElimina
  17. Io dico solo una cosa: la protagonista del libro-film rivelazione erotica del decennio si sposa a 22 anni col primo uomo con cui è stata a letto. Cazzo che trasgressione, manco mi nonna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento matrimonio non ci arriverò mai. Speravo tergiversassero almeno qualche anno.

      Elimina
    2. Suvvia... mia nonna si è sposata a 21 anni senza aver mai fatto sesso con nessuno. C'è sempre di peggio... xD

      Elimina
  18. Ciao! Concordo in pieno con la tua analisi: ho appena aperto un blog dove tratto temi legati all´erotismo e l´arte, quindi il grande successo di questo libro mi ha subito incuriosito e sono andata a cercarlo, pensando di fare poi una recensione. Oddio. Noioso, perbenista e pieno zeppo di cliché. Mai più! Ma ho poi aperto una piccola rubrica sui fumetti che parlano di sessualità ed ho recensito "Fun Home". Se ti interessa la trovi qui: http://wp.me/p6TTEV-69

    RispondiElimina
  19. Anni fa mi hanno regalato la trilogia, forse pensando di farmi cosa gradita. Non ho ancora letto niente, e dopo quello che ho visto scritto qui, mi sa che li regalo!

    RispondiElimina
  20. ho letto così tante recensioni di questo libro che a stamparle tutte viene fuori una roba più corposa di tutta la trilogia, copertine comprese.
    molte sono state anche divertenti, mi spiace solo di non averne beccate di serie.

    comunque no, non l'ho letto e mai lo farò.

    RispondiElimina
  21. Ero curiosa di leggerlo e un amico me lo ha regalato.Sinceramente mi sono annoiata pure io ed ho trovato Anastasia Steele molto banale cpn pensieri banali e con il suo stupido continuo mormorare...Christian Grey è intelligente ma la sua perversione è a dir poco aberrante... Io Sottomessa? Stile c...i!!! Non mi aspettavo il finale, ci sono rimasta male, almeno della prima serie della trilogia...

    RispondiElimina
  22. https://leggerechepassioneblog.wordpress.com/2016/09/11/cinquanta-sfumature-di-grigio/

    RispondiElimina
  23. I prodotti eccezionali rendono migliore la vita di tutti i giorni. Scopri padella in stile retro (24 cm). Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ4NDM5MjA1NSwwMTAwMDA0OCxwYWRlbGxhLWluLXN0aWxlLXJldHJvLTI0LWNtLTY5NTYuaHRtbCwyMDE3MDIxMSxvaw==

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...